La certificazione acustica dell'edificio

Dal 22 luglio 2010, l’attesa norma UNI 11367 “Acustica in edilizia - Classificazione acustica delle unità immobiliari - Procedura di valutazione e verifica in opera” indica tecnicamente la strada da percorrere per dare certezza sulla reale qualità dell'isolamento acustico del bene edilizio.
Oltre alle norme sulle prestazioni energetiche degli edifici (UNI TS 11300) abbiamo a disposizione un'altro importante tassello che l'Ente normatore Italiano mette a disposizione degli operatori per affrontare le sfide del costruire a regola d’arte, nell’interesse del cittadino consumatore quando si rapporta al bene principale della propria esistenza come, in genere, è la casa: nel caso specifico la norma definisce la classificazione acustica degli edifici.

Opportunità offerte dalla certificazione acustica

La certificazione acustica di un immobile (appartamento, abitazione singola o bivilla, condominio) è quel documento che viene rilasciato ad lavori conclusi, successivamente al collaudo in opera dei requisiti acustici passivi eseguito attraverso l'impiego di apposita strumentazione.

Il certificato acustico rappresenta una garanzia di rispetto concreto dei limiti imposti dal DPCM 5/12/1997, ed è un indice secondo il quale viene valutato il confort acustico dei locali.

Questo certificato oltre a dare valore all’immobile, mette inoltre al riparo costruttore e progettista da eventuali contenziosi, che si potrebbero in futuro verificare in relazione al livello di isolamento potenzialmente non corretto.

La documentazione acustica di progetto è quel documento che attesta che, la progettazione dell’edificio è stata eseguita tenendo in considerazione il rispetto dei requisiti minimi di isolamento acustico, ma ancor più un’adeguato confort acustico degli ambienti abitativi.

 

Per garantire un’adeguato confort acustico i documenti più importanti che dovranno essere presi in considerazione sono:

  • il rispetto dei requisiti acustici passivi regolamentati dal DPCM 5-12-1997

  • il clima acustico dell’area oggetto dell’intervento edilizio.

Nella realizzazione del certificato acustico di progetto dovranno essere prese come riferimento per la progettazione dei requisiti acustici passivi, le norme UNI EN 12354 ed il rapporto tecnico UNI TR11175.

Il progettista può anche realizzare il progetto basandosi su dati già ottenuti in precedenza su opere di tipo similare.

Fra le cose più importanti da tenere in considerazione nel progetto dei requisiti acustici passivi, la norma di riferimento UNI EN 12354-1 per il progetto del rumore per via aerea tra ambienti, la norma UNI EN 12354-2 per il progetto dell’isolamento acustico da calpestio tra ambienti e la norma UNI EN 12354-3 per l’isolamento acustico contro il rumore proveniente dall’esterno per via aerea.

 

I rilievi a fine opere

A lavori di edificazione ultimati è necessario procedere ai rilievi dell'isolamento dell'abitazione: le misure dal vero, sulle strutture reali, consente di valutare il reale isolamento dell'appartamento, al di la' delle valutazioni preventive.

 

Servono altre informazioni?

 

Per quesiti relativi ai contenuti del sito, approfondimenti tecnici sulle materie trattate o per chiedere un preventivo gratuito:

Numero verde

  • Telefono: (+39) 041 862 72 00

  • E-mail: posta@certiacustica.it

  • Orario: da lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00